serie 3 E92 coupè ///M3


Fedeli alla tradizione della BMW Motorsport, gli ingegneri della BMW M3 hanno elaborato un concetto di automobile completamente indipendente. Il nuovo motore V8 eroga da una cilindrata di 3.999 centimetri cubi una potenza di 309 kW/420 CV. La coppia massima di 400 newtonmetri viene raggiunta a un regime di 3.900 giri/min. Approssimativamente l’85 percento della coppia massima è disponibile nell’enorme campo di regime di 6.500 giri/min. Ma la caratteristica principale del motore a otto cilindri è la realizzazione del concetto dei regimi elevati, tipico di BMW M GmbH. Il fatto che il regime massimo venga raggiunto a 8.400 giri/min. consente al propulsore di sviluppare una spinta enorme. La trasmissione di potenza alle ruote posteriori avviene tramite un cambio manuale a sei rapporti e attraverso un differenziale sviluppato completamente ex novo. Questa combinazione genera una capacità di accelerazione con una rapidità di risposta e un potenziale dinamico comparabili a quelli di una macchina da corsa.


In aggiunta alla potenza specifica di 105 CV per litro di cilindrata anche il consumo medio misurato nel ciclo di prova UE di 12,4 litri per 100 chilometri conferma l’arte ingegneristica dei progettisti di motori della BMW M GmbH. Il motore V8 della nuova BMW M3 è un peso piuma con solo 202 chilogrammi. Anche rispetto al motore a sei cilindri del modello precedente il risparmio di peso ammonta a circa 15 chilogrammi. Il blocco motore del nuovo otto cilindri viene prodotto nella fabbrica di colatura di leghe leggere di Landshut nella quale vengono costruiti anche i monoblocchi dei bolidi del Team BMW Sauber F1. Il basamento è composto da una lega speciale alluminio/silicio che rende superflue le tradizionali canne dei cilindri. La canna viene creata mettendo a nudo i duri cristalli di silicio. I pistoni scorrono direttamente nel canale levigato, non rivestito. Gli elevati regimi e le alte pressioni di combustione costituiscono una sollecitazione estrema per il basamento. Per questo motivo, è stato costruito come «bedplate» in modo compatto e con un’alta resistenza alla torsione, così da assicurare un’elevata precisione del supporto dell’albero motore. Anche l’albero motore fucinato è altamente resistente alla flessione e alla torsione. Nonostante queste caratteristiche, pesa solo 20 chilogrammi.L’accelerazione della nuova BMW M3 non offre solo un’alta rapidità di risposta ma anche un enorme e costante spiegamento di potenza. Lo sprint da 0 a 100 km/h richiede solo 4,8 secondi, la velocità massima è di 250 km/h.


Anche la gestione elettronica del propulsore V8 è stata perfezionata e assicura un coordinamento ottimale di tutte le funzioni del motore. Inoltre, la centralina supporta le funzioni speciali M della frizione, del cambio, dello sterzo e dei freni. Infine, la gestione motore assume numerosi compiti di diagnosi di bordo e una serie di funzioni di controllo di gruppi secondari. Un elemento centrale della gestione motore è la tecnologia di corrente ionica che viene utilizzata per rilevare un eventuale battito in testa, così come delle mancate accensioni o combustioni. A differenza delle metodologie tradizionali, la misurazione avviene direttamente nel «luogo dell’evento», appunto nella camera di combustione. Attraverso la candela viene rilevato in ogni cilindro un eventuale battito in testa e successivamente regolato. Al contempo, viene controllata la regolarità dell’accensione e vengono riconosciute eventuali mancate accensioni. La candela funziona dunque come attuatore dell’accensione e come sensore che monitora il processo di combustione.


Essa distingue tra combustioni e accensioni mancate. Questa doppia funzionalità della candela facilita anche la diagnosi quando sono da eseguirsi dei lavori di manutenzione e di riparazione. Al fine di potenziare ulteriormente l’efficienza del nuovo motore V8 nella nuova BMW M3, con la Brake Energy Regeneration viene realizzata una gestione intelligente dell’energia che concentra la produzione di corrente elettrica per la rete di bordo nelle fasi di rilascio e di frenata. Questa tecnologia consente di caricare la batteria dell’automobile senza dovere ricorrere all’energia contenuta nel carburante. Nelle fasi di trazione del motore l’alternatore viene separato. Oltre a una produzione di corrente altamente efficiente, un’altra conseguenza positiva è che nella fase di accelerazione è disponibile più potenza da trasformare in dinamica di guida. L’obiettivo era di adattarlo alle maggiori forze motrici e di raggiungere un notevole risparmio di peso. Quasi tutti i componenti del nuovo asse anteriore sono di alluminio. Ad esempio, gli ammortizzatori dalla taratura più rigida, i supporti oscillanti, il supporto centrale e un elemento di spinta supplementare che aumenta la rigidità trasversale del modulo anteriore sono stati realizzati in lega leggera. Inoltre, gli ingegneri della M GmbH sono riusciti a risparmiare del peso anche nell’impianto frenante ad alte prestazioni con dischi compound. Ad eccezione di un braccio, anche l’asse posteriore a cinque bracci della BMW M3 è stato costruito completamente ex novo in lega leggera. I bracci in alluminio fucinato e gli ammortizzatori, anche essi in alluminio, hanno consentito di risparmiare 2,5 chilogrammi. Sia nell’asse anteriore che posteriore sono stati utilizzate delle barre stabilizzatrici tubolari, ottimizzate sia a livello di funzione che di peso. Le modifiche della geometria – sono stati montati due bracci longitudinali supplementari – assicurano una cinematica degli assi adattata alla potente motorizzazione e al carattere fortemente sportivo della vettura.Il nuovo differenziale della BMW M3 è equipaggiato del blocco variabile del differenziale M. In caso di necessità, esso è in grado di formare variabilmente una coppia di bloccaggio del 100 percento e di garantire così la trazione ottimale su tutti i fondi stradali. Il blocco variabile del differenziale M reagisce alle differenze di numero di giri tra ruota posteriore destra e quella sinistra. Questa soluzione è un complemento ideale delle caratteristiche positive della trazione posteriore.


I muscolosi passaruota della nuova BMW M3 sono simbolo di massima agilità e stabilità di guida. Insieme ai cerchi in lega da 18 pollici a peso ottimizzato nel tipico styling a raggi sdoppiati M essi sottolineano la carreggiata larga della vettura. Come optional sono disponibili inoltre dei cerchi in lega da 19 pollici. Attraverso i raggi si riconoscono i freni compound ad alte prestazioni sviluppati apposta per le automobili M.Nelle due fiancate anteriori è inserito lo stilema delle vetture BMW M – e le due prese d’aria. La loro forma ricercata aumenta la dinamica della nervatura che si estende lungo la carrozzeria. L’inserto in cromo ne accentua la struttura tridimensionale. L’inserto accoglie sia il lampeggiatore dalla forma orizzontale che l’emblema M3. I retrovisori esterni, sviluppati in esclusiva per la nuova BMW M3, assolvono anche una funzione aerodinamica. Il gioco luce/ombra lungo i bordi dei retrovisori esterni e la loro linea a freccia non sottolineano solo l’immagine sportiva della vettura ma la loro forma ottimizzata nel canale del vento ha un impatto positivo sul coefficiente aerodinamico.Un piccolo spoiler e il diffusore posteriore ottimizzano l’aerodinamica


Il design riprende la forma del modulo frontale. La linea delle fiancate leggermente discendente verso il posteriore e i paraurti sfocianti in un’apertura orizzontale accentuano la trazione posteriore e visualizzano la superiorità dinamica dell’automobile. Il cofano motore in alluminio presenta una bombatura marcata, il cosiddetto powerdome. Il diffusore e i doppi terminali di scarico inseriti nelle vicinanze dell’asse centrale della vettura stringono esteticamente la coda nella zona centrale posteriore, creando così una tensione con le linee orizzontali del paraurti. Inoltre, i quattro terminali di scarico sono tipici BMW M.


Il tetto in CFRP: un componente high-tech dal peso piuma La fibra di carbonio si è affermata nella Formula 1 perché è un materiale estremamente rigido e, al contempo, molto leggero. Gli ingegneri della nuova BMW M3 sfruttano il materiale utilizzato originariamente nell’aviazione spaziale per abbassare ulteriormente il baricentro della nuova BMW M3; la materia plastica rinforzata con fibra di carbonio (CFRP) viene utilizzata per costruire la zona superiore del tetto. Questa soluzione consente di risparmiare circa 5 chilogrammi, alleggerendo la sezione più alta della carrozzeria. Il risparmio di peso in questa zona ha un impatto particolarmente positivo sulla dinamica della vettura.


Per la nuova BMW M3 sono disponibili quattro vernici metallizzate esclusive M che valorizzano in modo particolare le superfici della carrozzeria, le forme e le proporzioni. Il colore Melbourne Rot si distingue per la propria brillantezza e profondità. La vernice Jerez Schwarz contiene dei pigmenti perlacei e offre delle sfumature molto interessanti. L’intenso Interlagos Blau è composto anche da pigmenti di rosso ed emette dei riflessi colore viola.La tinta Silverstone, un argento chiaro con un leggero riflesso blu, è nota già dalla BMW M5 e BMW M6. Inoltre, la nuova BMW M3 è disponibile in Alpinweiß e nero e nelle vernici metallizzate Sparkling Graphite e Space Grey. Gli interni completano questa immagine e sono stati creati con l’obiettivo di offrire al pilota la massima esperienza di guida e agli occupanti un ambiente su misura. Il design si distingue in numerosi punti centrali dalla BMW Serie 3 Coupé che ha funto da modello di base e rende la nuova BMW M3 inconfondibile già al momento di accesso. Il suo carattere senza pari viene segnalato immediatamente dai battitacchi impreziositi dal logo M.


I tipici doppi strumenti circolari BMW (tachimetro/indicatore del serbatoio e contagiri/temperatura dell’olio) sono stati interpretati in una chiave tipica M e mostrano il potenziale del propulsore a otto cilindri. Le cifre in bianco risaltano dal quadrante nero e le lancette nel tradizionale rosso della BMW M GmbH sono facilmente leggibili.Un altro elemento tipico delle vetture M è il campo di avvertimento variabile del contagiri che comunica al guidatore durante la fase di avviamento il campo di regime raccomandato in base alla temperatura dell’olio motore. Nella nuova BMW M3 il limite tra la zona di preavvertimento gialla e quella di avvertimento rossa si sposta con l’aumentare della temperatura dell’olio fino a un valore massimo di 8.400 giri/min. Tra i due strumenti circolari sono inserite le visualizzazioni digitali dell’ora, della temperatura esterna e del contachilometri, così come diverse spie.

Il volante in pelle M

La corona dal buon grip con conche per i pollici offre una presa perfetta per eseguire delle manovre precise di sterzo. Nelle razze trasversali sono inseriti i tasti di comando per l’impianto audio e il telefono mobile, così come l’opzionale tasto MDrive per attivare i setup della vettura memorizzati. Un tasto supplementare è a programmazione libera attraverso l’iDrive. Un poggiapiede integrato offre al piede sinistro del guidatore una base sicura nelle fasi in cui non deve premere il pedale della frizione. L’esecuzione in alluminio spazzolato e il rivestimento centrale antisdrucciolo sottolineano il carattere sportivo di questo elemento funzionale che consente durante la guida a velocità costante di adottare una posizione delle gambe particolarmente comoda.

Nuova consolle centrale e iDrive ampliato

I comandi del cockpit sono inseriti in una nuova consolle centrale che si estende tra i due sedili anteriori con un’ergonomia dedicata al guidatore. In tutte le varianti di allestimento della nuova BMW M3 la consolle è rivestita di pelle nera che riprende a livello cromatico e formale l’andamento armonico delle linee delle cornici degli strumenti e dei comandi. Al lato del guidatore sono integrati tre tasti funzionali (Power, DSC e l’optional EDC) per l’attivazione o la disattivazione dei programmi di guida elettronici. La guida dell’utente intuitiva prevista dal concetto di comando iDrive, ampliata dal livello di MDrive, corrisponde alla filosofia di comando della BMW M6.

Qualità artigianale e materiali pregiati

All’interno della nuova BMW M3 la disposizione ordinata e l’ergonomia ottimale di tutti i comandi e strumenti, così come la scelta dei colori e dei materiali, contribuisce a regalare al guidatore un’esperienza di guida concentrata. Indipendentemente dal colore dell’allestimento selezionato, la zona gambe, la cappelliera e la sezione superiore della plancia sono tenute in un antracite scuro. Inoltre, il cielo del tetto scuro e il rivestimento scuro dei primi montanti sottolineano il tipico orientamento verso il guidatore delle vetture M. Le tinte tenute sempre scure nella zona del parabrezza aiutano il guidatore a rivolgere la concentrazione e lo sguardo sulla strada; egli ha la sensazione di avere veramente il controllo della vettura. Ma la selezione cromatica intensifica anche l’impressione del passeggero e degli occupanti posteriori di viaggiare in un’automobile sportiva. Attraverso l’utilizzo di pelle nera nella zona superiore, sia i pannelli interni delle porte che i rivestimenti laterali posteriori appaiono più bassi. Le zone scure sembrano avvolgere guidatore e passeggeri. L’ambiente sportivo viene completato da una nuova sensazione di alta qualità che viene trasmessa dai materiali pregiati e dalla lavorazione e cura artigianale. Una doppia cucitura che esalta l’esclusività della produzione separa la sezione dei pannelli interni delle porte e dei rivestimenti laterali dell’allestimento interno nel colore selezionato. Tutti i quattro posti della nuova BMW M3 offrono sia un elevato comfort di viaggio nei percorsi lunghi che un’ottima ritenuta laterale nelle curve percorse ad alta velocità. Come optional, il sedile del guidatore e del passeggero possono essere equipaggiati di regolazione della larghezza dello schienale. Il divanetto posteriore dispone di un’apertura di carico passante per la quale viene offerta come optional – anche in postmontaggio – una sacca da sci. Nella continuazione della consolle centrale tra i due sedili posteriori è integrata una vaschetta portaoggetti. Per la nuova BMW M3 vengono offerte tre varianti esclusive di equipaggiamenti che si distinguono fortemente da quelle della BMW Serie 3 Coupé nei materiali, nei colori e nella lavorazione. La base sportiva è la combinazione pelle/stoffa Speed. A richiesta è disponibile la nuova pelle conciata Novillo dalla superficie liscia e setosa che dà un’impressione di eleganza sportiva. In aggiunta al classico nero la pelle Novillo è fornibile nei colori Palladium Silber, Bambus Beige e Fuchs Rot. Un altro optional è l’ampliamento dell’equipaggiamento in pelle Novillo alla zona inferiore della plancia portastrumenti, al coperchio del cassetto portaguanti e al rivestimento laterale della consolle centrale.Quattro modanature esclusive montate lungo l’intera larghezza della plancia sotto il Control Display degli strumenti combinati, offrono ulteriori possibilità di personalizzazione della nuova BMW M3. L’equipaggiamento di base della vettura prevede la modanatura in Titan Shadow. Come optional sono disponibili le varianti in Alu Shadow e in una pelle stampata a struttura di carbonio, così come una versione in legno nobile in platano color antracite a struttura fine. Sistema audio High End di BMW Individual per un piacere di ascolto perfetto La nuova BMW M3 è equipaggiata di serie di un sistema audio di alta qualità. A richiesta sono fornibili diversi sistemi di navigazione, il portale Internet mobile BMW Online, il servizio telematico BMW Assist e i BMW Teleservices per la trasmissione via etere dei dati principali della vettura al partner del servizio di assistenza BMW. A richiesta, la nuova BMW M3 può essere equipaggiata anche del sistema audio High End sviluppato dalla BMW M GmbH esclusivamente per questa vettura. Un massimo di 16 altoparlanti ad alte prestazioni con azionamento magnetico in neodimio e delle membrane Hexacone estremamente rigide, un amplificatore audio digitale a 9 canali con una potenza massima di 825 watt e dei separatori di frequenze ad alta precisione garantiscono una qualità del suono inimitabile. Unica nel settore automobilistico è la tecnologia live DIRAC per l’elaborazione di segnali che corregge la risposta d’impulso degli altoparlanti, determinando una riproduzione lineare e puntuale negli interni della macchina.



          Visitatori

 Visitatori sul forum    

 Visitatori in chat         

Visitatori sul sito
78
Visite di oggi
Visite mensili
Visite bimestrali
Dal 20-08-2003
6569
60448
82327
1848845

     Spot Bmwmania


    Prossimi meeting