Raffronto tra coupè




Come si può notare osservando il disegno, la sostanziale differenza è rappresentata dalla maggiore compattezza della 1, dove il vantaggio in lunghezza si ripartisce tra passo e sbalzo posteriore. I frontali sono praticamente sovrapposti, la maggiore altezza ottica del muso della 1 frutto di un effetto di concorrenza tra il disegno dei fari e la maggior verticalità della caladra. Addirittura l’inclinazione e la posizione del parabrezza ed il profilo del padiglione sono praticamente coincidenti; soltanto il lunotto è leggermente avanzato e più verticale.


La coda ha un taglio molto simile, solo lievemente più corta e con un labbro più marcato. Anche la linea di cintura ed il giro finestrini si sviluppano praticamente in sovrapposizione con quelle della E92. Si nota poi che la posizione del volante e del sedile di guida paiono un poco più arretrate sulla serie 1, ed è contemporaneamente evidente la riduzione di spazio per i passeggeri posterori dovuta all’accorciamento del passo. Alla luce di questa analisi si può affermare quindi che le proporzioni generali sono molto più vicine a quelle della sorella maggiore di quanto parrebbe ad un esame della documentazione fotografica; ritengo che la causa principale dell’impressione di una vettura molto più corta ed alta sia da individuare nel profilo arcuato della parte bassa fiancata in corrispondenza del longherone sulla serie 1.


Forse anche la scelta del colore della vettura ritratta nelle foto ufficiali, un rosso/arancio metallizzato sicuramente più apprezzato sul principale mercato di destinazione (USA), ha contribuito alla stimolazione del gusto estetico dei lettori; a questo punto per dare un giudizio più articolato credo sia opportuno riservarsi di vedere l’auto dal vero in livrea chiara e scura. Dal punto di vista del marketing BMW intende posizionare la 1 Coupè come prodotto dal carattere più sportivo, infatti nella documentazione si richiama la serie 02 degli anni 60. Una due porte compatta a trazione posteriore, quindi, con motori generosi e accento sulla maneggevolezza; curiosamente le dimensioni la sovrappongono quasi completamente ad un’altra BMW di successo, la serie 3 E30 degli anni 80. Anche le prestazioni sono leggermente superiori sulla 135i (5,3 secondi da 0-100 km/h contro i 5,5 secondi della 335i). Questo ci fa ancora una volta capire come l’evoluzione dei prodotti porti le successive generazioni a crescere liberando spazio al di sotto per altri modelli di nicchia. Concludendo il confronto tra 135i e 335i si può aggiungere che praticamente tutte le dotazioni tecniche e di equipaggiamento della maggiore sono disponibili anche sulla minore e che la differenza di prezzo in Italia tra allestimenti paragonabili (M Sport) è pari a 9.500 euro: 51.000 € per la 335i contro 41.500 € per la 135i.

          Visitatori

 Visitatori sul forum    

 Visitatori in chat         

Visitatori sul sito
29
Visite di oggi
Visite mensili
Visite bimestrali
Dal 20-08-2003
6504
60383
82327
1848780

     Spot Bmwmania


    Prossimi meeting